Cartone

Cartone

Il cartone è uno dei materiali più comuni con cui si ha a che fare nel quotidiano. Il termine abbraccia vari tipi di prodotti cartacei, che si distinguono dalla carta comune per le sue caratteristiche di maggiore resistenza, spessore e durabilità.

La sua leggerezza lo rende un materiale assai duttile, che può anche acquisire una robustezza tale da permettergli di essere usato per mobili di arredamento, sostenendo pesi notevoli. Esistono difatti vari tipi di cartone, tra cui quello ondulato. Tra i più comuni, è costituito da due fogli di carta lineari paralleli e da un terzo, per l’appunto ondulato, in mezzo ai due: può essere utilizzato tanto per le scatole quanto per vere e proprie sculture.

Perlopiù conosciuto per i suoi utilizzi più comuni, che lo vedono impegnato specialmente per scatole e imballaggi, si porta addosso la fama di materiale adatto a usi particolarmente economici o di scarso valore. Eppure, nonostante oggi sia ancora il materiale più adatto e più sostenibile per la realizzazione di scatole (anche gli imballaggi di Kibelis sono in cartone!), di recente è sempre più utilizzato per la realizzazione di prodotti apparentemente più “nobili”, dal design all’arredamento.

Ancora scettici?

Andatevi a vedere i lavori del brillante architetto giapponese Shigeru Ban, che in Nuova Zelanda ha realizzato la Christchurch, una cattedrale interamente costruita con cartone compresso!